Scadenze fiscali giugno 2018, ecco le date da ricordare | Sprint Immobiliare

Via Magenta, 23 - Monopoli (BA)

Ricerca immobili

 

Scadenze fiscali giugno 2018, ecco le date da ricordare

Giugno è il mese delle tasse. Sono tanti gli appuntamenti con il Fisco che contribuenti, imprese e professionisti devono segnare sull’agenda. Andiamo a scoprirli nel dettaglio.

  • Scadenza 16 giugno 2018, che cadendo di sabato diventa 18 giugno 2018: versamento acconto Imu e Tasi.

  • Scadenza 16 giugno 2018, che cadendo di sabato diventa 18 giugno 2018: versamento Irpef delle ritenute alla fonte a titolo d’acconto operate dai sostituti d’imposta su redditi di lavoro dipendente e assimilati del mese di maggio, addizionali comunali e regionali, redditi di lavoro autonomo e provvigioni per rapporti di commissione, agenzia, mediazione e rappresentanza del mese precedente. Il versamento dovrà essere effettuato con modello F24 e codice tributo 1040, competenza 05/2018. Nello stesso modello F24 i sostituti d’imposta possono versare i contributi Inps dovuti per le retribuzioni del mese di maggio.

  • Scadenza 16 giugno 2018, che cadendo di sabato diventa 18 giugno 2018: versamento Iva per i contribuenti con liquidazione mensile relativa al mese di maggio 2018, utilizzando il modello F24 con codice tributo 6005.

  • Scadenza 25 giugno 2018: adempimento Intrastat per i contribuenti con obbligo di trasmissione mensile dei dati riepilogativi relativi a cessioni o prestazioni di servizi intracomunitari. L’invio degli elenchi Intrastat è obbligatorio per i contribuenti che effettuano cessioni e/o acquisti intra Ue per un importo superiore a 50.000 euro per trimestre e in merito alle modalità di trasmissione si potrà procedere o con l’invio all’Agenzia delle Dogane ovvero all’Agenzia delle Entrate.

  • Scadenza 30 giungo 2018, che cadendo di sabato diventa 2 luglio 2018: versamento del saldo e dell’acconto delle imposte sui redditi. Entro la stessa scadenza bisognerà procedere con il versamento della cedolare secca sugli affitti, nonché dell’Ivie, dell’Ivafe e dei contributi Inps per i contribuenti iscritti alla Gestione Separata.